Legge della prossimità

Legge della prossimità

Legge della prossimità o dei due adiacenti 

Camoin ha creato questa legge a partire da più osservazioni. È estremamente importante ed occupa un posto a parte. 

Sul piano pratico, La legge della prossimità è uno dei pilastri del metodo Camoin nella lettura e viene utilizzata sempre. 

Sul piano esoterico, questa legge è il fondamento indispensabile per ritrovare dei codici estremamente complessi. Per poter approfondire questa legge occorre aver compreso altri codici simbolici. 

Utilizzando sempre il diagramma 3X7 possiamo notare che nel Matto c’è un sacco, e ce n’è un altro proprio a fianco, nel Bateleur. Sono messe a fianco, dunque questo simbolo del sacco deve essere più importante di quello che pensiamo, deve nascondere dei segreti. 

In effetti, il sacco simboleggia l’anima umana, perché può contenere i 4 elementi che sono sul tavolo del Bateleur e nelle sue mani. 

I 4 elementi simboleggiano le 4 componenti della personalità. 

Nel Matto, i 4 elementi sono all’interno del sacco. Nel Bateleur sono all’esterno del sacco. Ecco un codice dualista utilizzando l’opposizione interno/esterno. 

Esotericamente, questo significherebbe che nel Bateleur, la personalità non è sottomessa all’anima, mentre nel Matto comincia ad esserlo. Il Matto rappresenta il discepolo che tenta di controllare la sua personalità, guidato dalla sua anima. 

Se l’arcano del Matto è a parte, solitario è anche per avvertire che egli rappresenta la sintesi dello scopo da raggiungere, un cammino che noi dobbiamo percorrere soli con noi stessi al fine di incontrare la nostra anima. 

Un altro simbolo nascosto, lo troviamo in basso a destra nella carta del Papa. Se osserviamo questa carta in un altro modo, sembra che un braccio emerga dall’esterno della carta e posi la mano sulla spalla del monaco di destra. E’ come se ci fosse un terzo piccolo personaggio al di fuori della carta perché si vede solo il braccio. 

Si tratta solo di un’illusione ottica o è un occhiolino da parte dei creatori del Tarocco? 

Guardando giusto a fianco, nell’Amoureaux, si vede che la donna a sinistra posa la mano sulla spalla dell’uomo, e questo è significativo. 

Ho due volte lo schema di “posare la mano sulla spalla” e questo nelle 2 carte che sono messe a fianco. 

È davvero possibile che sia stato messo lì per caso? Per Camoin si tratta di sistema di relazione che è stato messo sotto gli occhi di tutti durante i secoli e nessuno se ne era reso conto. 

Da questa osservazione, si estraggono dei nuovi significati: 

Posare la mano sulla spalla è ovviamente un gesto che porta l’idea “dell’approvazione” e “la sponsorizzazione”. 

Dunque, questi codici hanno apportato nella carta del Papa e dell’Amoureaux la parola chiave dell’approvazione e sponsorizzazione evocati propri dalla rappresentazione nascosta di una mano sulla spalla. 

Conclusione 

La legge della prossimità o del due adiacente consiste nel ricercare in una seconda carta adiacente l’esistenza di un simbolo identico. Questo simbolo viene a confermare o completare il simbolismo della prima carta. 

Due carte sono considerate adiacenti quando sono messe a fianco in orizzontale o verticale. 

Quindi in una lettura bisogna ricercare nel tiraggio se un simbolo o un concetto simile si ritrova nelle 2 carte che sono vicine. Quando è così, il Tarocco dice che questo simbolo apporta un significato importante in relazione alla questione del consultante.